This site uses cookies Accept cookies
Homepage \ Azienda \ Architetti e Designer \ Norman Foster

\ Architetti e Designer

Norman Foster

Con progetti di architettura, riconoscimenti e premi sparsi per il mondo intero, con lo storico e rivoluzionario tavolo Nomos che Norman Foster da il via nel 1986 alla sua fervida collaborazione con Tecno, poi seguita da numerosi progetti come l'aeroporto di Stansted

Norman Foster è nato a Manchester nel 1935. Dopo la laurea presso la Manchester University School of Architecture and City Planning nel 1961, ha vinto una Henry Fellowship per l’Università di Yale, dove ha ottenuto il Master in Architettura.
 
Foster è fondatore e presidente della Foster and Partners.
Nato a Londra nel 1967, è ormai uno studio internazionale, con uffici progettuali in più di venti paesi. Negli ultimi quarant’anni l’azienda ha avuto la responsabilità progettuale di una varietà di lavori notevolmente ampia, da piani generali urbani ad infrastrutture pubbliche, aeroporti, edifici civici e culturali, uffici e luoghi di lavoro, case private e product design.
 
Foster si è creato una reputazione internazionale con progetti differenti tra loro come il Nuovo Parlamento Tedesco nel Reichstag a Berlino, l’Aeroporto Internazionale Chek Lap Kok e la Hongkong and Shanghai Bank ad Hong Kong, la sede centrale della Commerzbank a Francoforte, la sede centrale di Willis Faber & Dumas ad Ipswich (cui è stato conferito lo status di 'listed building' assieme alla vicina Cattedrale di Ely), ed il Sainsbury Centre for Visual Arts a Norwich. Fin dal suo avvio, lo studio ha ricevuto più di 390 premi e citazioni di eccellenza, ed ha vinto più di 65 competizioni nazionali ed internazionali.
 
Tra i suoi lavori attuali e recenti troviamo il più grande progetto di costruzione al mondo, l’Aeroporto di Pechino; il Viadotto Millau in Francia; la torre Swiss Re e la Great Court al British Museum di Londra; un intero Campus Universitario per Petronas in Malesia; la torre della Sede Centrale della Hearst, a New York; il Boston Museum of Fine Arts; i Centri Ricerca per l’Università di Stanford, California; il rinnovamento urbanistico della Dresden Railway Station, ed un nuovo collegamento per le linee dell’alta velocità a Firenze.
 
Nel 1999 è diventato il 21° Vincitore del Pritzker Architecture Prize, e nel 2002 gli è stato conferito il Praemium Imperiale Award for Architecture. Gli sono stati conferiti anche l’American Institute of Architects Gold Medal for Architecture (1994), la Royal Gold Medal for Architecture (1983), e la Medaglia d’Oro dell’Academie Française d’Architecture (1991). Nel 1990, durante il Queen’s Birthday Honours, gli è stato concesso il titolo di Cavaliere, e nel 1999 gli è stata concessa l’onorificenza di Nobiltà, diventando così Lord Foster of Thames Bank.  Di recente gli è stato conferito l’inaugurale World Solar Prize 2005 dalla svizzera Solar Agency.
 
Foster ha tenuto lezioni e conferenze in tutto il mondo, ed ha insegnato architettura nel Regno Unito e negli Stati Uniti. 

È stato vicepresidente della Architectural Association di Londra, Membro del Consiglio del Royal College of Art, Membro della Board of Education e Visiting Examiner per il Royal Institute of British Architects, ed è stato fondatore fiduciario dell’Architecture Foundation of London

www.fosterandpartners.com
Share: